Puoi cambiare le abitudini per trasformare la tua vita

La vita quotidiana è fatta di tante azioni che compi quasi senza che tu te ne renda conto. Per esempio la mattina suona la sveglia, ti alzi e compi una serie di azioni che probabilmente sono le stesse da anni. Inconsciamente, ad una azione – il suono della sveglia – ne seguono altre che compi meccanicamente, per abitudine.

Ma cosa succede se per un giorno tu provassi a cambiare le abitudini? Probabilmente ti sentiresti disorientato. Prova a pensare a quanti cambiamenti sperimenti in un mese, grandi e piccoli che siano, e quanta fatica fai per staccarti dal vecchio tran tran.

Devi capire come puoi agire positivamente per portare le trasformazioni nella tua vita.

Il circolo dell’abitudine

Il tuo cervello è una macchina fantastica che, per essere più efficiente, ha trovato un modo per risparmiare energia: dal momento che buona parte delle azioni che svolgi sono più o meno le stesse, quando si verifica un determinato segnale è come se inserisse il pilota automatico. 

Il tuo cervello non prende più decisioni, che gli costerebbero energie, e ti trovi ad eseguire una serie di azioni, sempre quelle. 

Quando hai imparato ad andare in bicicletta hai capito come andare avanti senza cadere, mantenendo l’equilibrio, ma non devi più ripetere tutto ogni volta che sali in sella.

Il funzionamento delle abitudini è stato studiato da neuro scienziati e psicologi perché, se è un bene che tu non debba imparare tutte le volte ad andare in bicicletta, alcune abitudini possono essere pericolose in quanto danno dipendenza.

Il circolo dell’abitudine funziona così:

  • quando si presenta una particolare condizione si attiva un segnale
  • il cervello risponde facendoti compiere un insieme di azioni;
  • alla fine della routine hai una ricompensa, che è l’elemento che rafforza la tua abitudine.

Se ci pensi bene questo schema lo applichi tutti i giorni.

Forse mentre stai lavorando non riesci a mantenere la concentrazione e hai bisogno di una pausa, prendi un caffè e ti senti rilassato. Hai quindi la tua gratificazione.

Come puoi utilizzare il potere delle gratificazioni per cambiare le abitudini

Il meccanismo della gratificazione è molto semplice ed è alla base della psicologia umana. Il segnale definisce la gratificazione, che non ti fa cambiare le abitudini tanto facilmente.

Prova a riflettere quante volte questo ti è capitato. A me tante volte.

Ogni abitudine non ha lo stesso segnale ma offre una gratificazione unica. Alcune abitudini sono più complesse di altre, e più difficili da modificare. 

La bella notizia è che puoi modificare ogni abitudine.

Se utilizzi questo principio a tuo favore sostituendo la routine che ha su di te effetti negativi con azioni che ti portano vantaggi, riuscirai a cambiare le abitudini.

Ti occorre molta pazienza e tanta determinazione. Puoi avere il controllo e modificare il circolo dell’abitudine a tuo vantaggio. Devi avere ben chiaro quali siano le tue priorità, così potrai operare una scelta al cambiamento.

Per cambiare le abitudini devi fare qualcosa che non hai mai fatto

La soluzione per cambiare le abitudini parte dall’identificazione della routine e dal trovare un modo per sostituire vecchie azioni con nuove, che tengano conto delle tue priorità nel cambiamento che vuoi dare alla tua vita. 

Isola le gratificazioni e sostituisci con quelle di cui hai veramente bisogno. 

Poi sperimenta e prova per più giorni, fino a quando non hai interiorizzato il nuovo comportamento che ti porterà a fare un passo in avanti verso il raggiungimento dei tuoi obiettivi. Non  stancarti di sperimentare. Mettiti alla prova.

Ricordati che per raggiungere dei risultati devi capire quali siano le tue priorità e cambiare le abitudini per portare una trasformazione. 

“Se fai quello che hai sempre fatto, otterrai quello che hai sempre ottenuto (Anthony Robbins)”.

Adesso tocca a te!

Se hai bisogno di una mano per cambiare le abitudini e raggiungere i tuoi obiettivi, contattami!